232881
Oggi
Questa settimana
Questo mese
Generale
22
462
327
232881

Server Time: 2021-03-05 04:54:15
Visitors Counter

A carte scoperte

Questo lavoro dovrebbe servire a chi legge per capire il lavorio di uno scrittore e quindi favorire la comprensione e il godimento, se piace e a qualunque “genere” appartenga, di un testo letterario. In questa sede (chiaro e voluto "pendant" dell’altra A libro aperto) ciò si riferisce soltanto al mio modo di lavorare. Tuttavia poiché l’obbiettivo è quello d’illustrare e far emergere le diverse fasi della scrittura sottese all’opera finita (o contribuire a valutarne i risultati rispetto alle intenzioni come in Testoscopie) esso riguarda strategie letterarie generali ormai largamente condivise ma, al contempo, molto poco esercitate. Ebbene, la riduzione di tale colpevole mancanza è proprio lo scopo di questa sezione.

 

Inchiostro

(la filiera di un racconto)
 

Il passo narrativo qui proposto – letto e accompagnato, come gli altri della lettura integrale del testo, da un brano musicale scelto da Riccardo Garaffi – è tratto da La cura, racconto costituente la prima sezione e strumento e oggetto di riflessione della seconda parte del lavoro di cui è presentata sotto la premessa seguita da Lezione (idea e pratica di un racconto). Videosintesi, questa, combinata della lettura del racconto e del suo “smontaggio” spiegato nella seconda sezione della filiera dell’opera.

 

Lezione (file .pdf)

Lettura del racconto "La cura"

Leggi tutto: Inchiostro

Testoscopie

(analisi di campioni narrativi)

    L’obbiettivo di questo scritto è quello di mettere in evidenza gli elementi portanti dei racconti de IL CONGEDO tali da giustificare che per quello che racconto va bene come lo scrivo. Tuttavia perché la forma (lo stile) sia coerente al contenuto (l’idea) della narrazione occorre soddisfare due requisiti che sono anche, al contempo, gli obiettivi da raggiungere.

   Comincio quindi con il primo – il ritmo della pagina – per l’illustrazione del quale mi avvarrò di metafore tratte dal gergo ciclistico. Ovviamente potrei fare diversi esempi seminati nel trittico ma, per necessità di sintesi e pur violando il tessuto connettivo della narrazione, mi limito ad alcuni estratti dalla prima pagina de IL MESSAGGERO [“L’uomo era tornato a lavorare dopo una lunga assenza per una malattia che ne aveva minacciato seriamente la salute. Appariva quindi impaziente di comunicare agli altri la decisione presa”].

Leggi tutto: Testoscopie